PARTI VICINE, MA DIFFICILE RIANNODARE I FILI

(fonte: L. Salomone  - Il Tempo)


Posizioni distanti anche se in realtà «balla» meno di un milione di euro. Una cifra normale in trattative calcistiche, impossibile se c'è poca voglia di derogare a principi che entrambe le parti considerano sacrosanti.

Un po' di chiarezza: Lotito ha presentato un'offerta, la massima possibile a suo dire, molto vicina a quella della passata stagione. Si tratta di 1.1 per il primo e il secondo anno, 1.2 il terzo, 1.3 il quarto fino a 1.5 per la quinta stagione. Un contratto che porterebbe Ledesma a 33 anni a chiudere la sua carriera con la maglia biancoceleste.
Il procuratore D'Ippolito è partito da 1.8 milioni ma per arrivare a chiudere su 1.4-1.5 milioni. In totale quindi mancano 800-900 mila euro ma non sono stati fissati altri incontri ed è difficile riannodare i fili di un affare molto complesso.

È un vero peccato perché le doti umane e tecniche del giocatore sono note e Reja vuole la sua conferma anche perché sa che non ci sono tanti soldi da investire per poter prendere un sostituto di pari livello. D'altra parte la proposta della società è comunque buona considerando i problemi economici del calcio. Solo un colpo di scena può riaprire i giochi ma a sperare sono rimasti in pochi.

(Domenica, 11 Luglio 2010)
Torna indietro